Giornata Mondiale della Gioventù. Trinitari in festa col Santo Padre

VITE TRINITARIE
DI RITORNO DA CRACOVIA

La Gmg è stata vissuta intensamente. Secondo le sti­me degli organizzatori, alla messa finale presieduta da Papa Francesco nel Campus della misericordia, eravamo circa due milioni e ottocentomila, tra gio­vani e accompagnatori.

La sera prima abbiamo celebrato la veglia di pre­ghiera, abbiamo dormito sotto le stelle, non per roman­ticismo, ma come assaggio ed esperienza anche per ca­pire come vivono i fratelli senza tetto.

Al mattino verso le sei, siamo andati al luogo della celebrazione. Una moltitudine immensa di giovani, di ogni razza, cultura e lingua, riempiva il campus.

La lingua d’ingresso alla conversazione era l’ingle­se, ma ogni altra era buona per comunicare: il dialogo tra i giovani era intessuto di gioia, di saluti, di pacche sulle spalle e dandosi il cinque! Era la prima volta che partecipavo. Dio mi ha donato la forza per fare una quarantina di chilometri a piedi, in tutti gli spostamen­ti, dopo due giorni di catechesi e la preparazione previa nelle proprie diocesi.

Il giorno 28 di luglio, nel Parco di Blonia, i giovani hanno salutato il Papa, e il 29, a pomeriggio, sempre in questo parco, c’è stata la Via Crucis sulle Opere di mi­sericordia (corporali e spirituali), una novità molto toc­cante. E poi le testimonianze di giovani santi, oltre agli anfitrioni, Giovanni Paolo II e Santa Faustina, Teresina di Lisieux, Piergiorgio Frassati, Santa Maria Goretti.

Il 30, nel Campus della Misericordia, c’è stata la Ve­glia col Santo Padre e il concerto di adorazione. Il 31 alle 10, la messa finale sotto un sole cocente, mentre a pomeriggio, quando tutto era finito, si è scatenato un forte temporale! La fede dei giovani, l’entusiasmo, il sa­crificio, il desiderio di crescere nella fede, l’ascolto della Parola e la celebrazione dei sacramenti Eucaristia e Ri­conciliazione, sono stati l’humus della Gmg.

Le testimonianze cristiane dei giovani, la misericor­dia da ricevere e donare sono state tante tematiche che hanno riscaldato i cuori dei giovani.

Un grazie specialissimo alla nostra comunità tri­nitaria di Cracovia che ci ha accolto con tanto amore e gentilezza. Alla fine della celebrazione Eucaritica il Santo Padre ha annunciato che la prossima Gmg nel 2019 sarà in Panama. Se Dio vuole ci vedremo, hasta la vista, si Dios quiere

 

di Padre Giovanni M. Savina

L'ULTIMO NUMERO

RUBRICHE
SERVIZI

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, a scopi pubblicitari e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso Accetto