INSIEME VERSO IL FUTURO FEDELI AL CARISMA

VERSO L’ASSEMBLEA INTERTRINITARIA
SOLENNITÀ DELLA SS.MA TRINITÀ 2017.
Guidato dallo Spirito, l’ispiratore della Famiglia Trinitaria è stato San Giovanni de Matha. Il Concilio Vaticano II ci invita a dare un nuovo impulso a quelle iniziative che hanno le sorgenti e le radici nelle origini del carisma trinitario. La Famiglia Trinitaria si è messa subito in cammino in fedeltà al Vangelo, alla Chiesa, al proprio carisma e ai segni dei tempi.

Per arrivare allo storico appun­tamento di Buenos Aires 2017, VIª Assemblea Intertrinitaria, una commissione organizza­trice, con sede in Argentina, ci ha facilitato la strada seguendo i criteri e gli orientamenti del Consiglio Per­manente della Famiglia Trinitaria (Copefat). Ci sono stati numerosi collaboratori in questo progetto, da segnalare per l’Italia quelli che la­vorano in Trinità e Liberazione, for­nendo informazione e formazione di qualità. Un grazie speciale a tutti loro.

Nelle diverse Assemblee Intertri­nitarie celebrate finora possiamo apprezzare un comune denomina­tore centrato sul motto caratteristico dalle origini: Gloria tibi Trinitas et captivis libertas! La prima Assem­blea si è celebrata a Majadahonda (Madrid), 25-31 agosto, 1986, con il motto: “Siamo Famiglia”; nella tappa successiva ad Athis-Mons (Paris), 18-24 di luglio 1993, l’argomento centrale era: “La nuova evangelizza­zione: nella sua doppia dimensione Trinitaria e Liberatrice”; l’Assemblea di Ariccia (Roma), 25-29 di agosto 1999 nella sua convocazione por­tava la sfida: “Famiglia Trinitaria... Ascolti tu il grido degli schiavi?”; poi, a Città del Messico, 15-20 di agosto 2005, un altro argomento che avvi­cinava alle sorgenti dell’ispirazione ricevuta da San Giovanni de Matha: “Dall’Eucaristia, testimoni dell’amo­re redentivo”; ad Avila (Spagna), 22-26 di agosto 2011 il motto fissava l’attenzione sul Redentore: “Radica­ti in Cristo, cresciamo in Famiglia”; e ora, a Buenos Aires, 23-27 di ot­tobre 2017, siamo chiamati al con­fronto: “Passione rossa e azzurra: risveglio della vocazione trinitaria”.

Ora è il momento della Croce Trini­taria e di tutte le vocazioni

In questo cammino della Famiglia a partire da Majadahonda ci hanno ac­compagnato sempre l’ispirazione di San Giovanni de Matha, rappresen­tata nel Mosaico di San Tommaso in Formis (Roma), e la Regola Trinita­ria del 1198 che attualmente sta alla base di tutte le legislazioni trinitarie rinnovate dopo il Concilio Vaticani II. Ora, a Buenos Aires 2017, il no­stro accento va orientato alla Croce Trinitaria, speciale simbolo di comu­nione e impegno per tutte le vocazioni della Famiglia Trinitaria.

1ª MAJADAHONDA (Spagna) - 1986

In questa Iª Assemblea dei tempi nuo­vi si mettono le fondamenta per facili­tare la strada della Famiglia Trinitaria. È stata un’occasione provvidenziale per riscoprire “la gioia dell’essere e sentirsi famiglia” (religiosi, monache, religiose, consacrate laiche, sacerdoti associati e laici trinitari). Davanti alle reliquie di San Giovanni de Matha, i Superiori Generali insieme ai rap­presentanti dei laici hanno firmato la cossiddetta “Dichiarazione di Madrid sulla Famiglia Trinitaria”, documento propulsore e di riferimento del nuovo corso in famiglia.

2ª ATHIS-MONS (Francia) - 1993

La IIª Assemblea Intertrinitaria si è ce­lebrata nel contesto dell’VIII° Cente­nario dell’Ispirazione del carisma tri­nitario al nostro Padre San Giovanni de Matha. Camminando si fa strada, e alcuni sogni e speranze di Majada­honda si son fatti realtà: si celebra la prima riunione del Consiglio Perma­nente della Famiglia Trinitaria (Co­pefat), e si procederà all’elezione del Consiglio Internazionale del Laicato Trinitario (Cilt) e qui hanno celebrato la loro prima riunione. Nella dichiara­zione finale di Parigi tutta la Assem­blea si sente inviata ad Annunziare - Liberare - Celebrare.

3ª ARICCIA (ITALIA) - 1999

Era l’VIII Centenario dell’approvazio­ne della Regola di San Giovanni de Matha ed il IV della Riforma. Questa Assemblea ha voluto impegnarsi con dei fatti “a favore del povero e dello schiavo”: Assume l’organismo “Soli­darietà Internazionale Trinitaria” (SIT) come azione comune e in comunione di tutta la Famiglia Trinitaria; crea e mette in funzione di nuovo la tradi­zionale “Cassa della Redenzione”; si propone dare vita ad una rete inter­nazionale della gioventù trinitaria per il rispetto dei Diritti Umani.

4ª CITTÀ DEL MESSICO - 2005

Il tema: “Dall’Eucaristia, testimoni dell’amore redentivo”. Si è fatta me­moria del cammino in Famiglia per accrescere la passione per Dio Trinità nel servizio dei nuovi oppressi a cau­sa delle povertà e delle schiavitù. Si è tenuto presente il contesto ecclesiale che celebrava il Congresso Eucaristi­co, per meglio approfondire la missio­ne di Trinità e Redenzione “iscritta nel cuore dell’Eucaristia”.

5ª AVILA (Spagna) - 2011

Il tema: “Radicati in Cristo, crescia­mo in Famiglia”. Da Majadahonda 1986 fino ad Avila 2011 son passati 25 anni, e percepiamo un importante progresso nel senso di appartenenza alla Famiglia Trinitaria, i laici si sen­tono più considerati, le relazioni tra i diversi membri sono più trinitarie, ci sono più progetti in comune e gli or­ganismi creati per impulsare il senso di Famiglia hanno una vitalità rilevan­te. Qui ad Avila i giovani si son fatti sentire ed erano numerosi. Si vuole arrivare ad una Rete Internazionale dei Giovani Trinitari incisiva nel cam­po della libertà religiosa.

VERSO BUENOS AIRES 2017

Il futuro si costruisce in Famiglia. Le aspettative che poniamo nell’As­semblea Intertrinitaria “Buenos Aires 2017” vengono alimentate dal cammi­no fatto insieme: Qualcosa di nuovo sta nascendo in questa Famiglia Trini­taria così antica e così nuova. Tocca a noi percepirlo a partire dalla fede, la comunione, l’impegno, nel prosegui­re incarnando l’ispirazione originale di San Giovanni de Matha, ispirazio­ne che è stata attualizzata attraver­so i secoli dai nostri fratelli e sorelle (sacerdoti, religiosi, religiose e laici) santi, fondatori e fondatrici dei diversi Istituti e Associazioni Trinitarie. Loro ci hanno passato il dono del carisma, tocca a noi vivere la passione rossa e azzurra impegnati nella liberazione dei fratelli oppressi ed emarginati, so­prattutto di quelli che soffrono a cau­sa della loro fede in Cristo.

Che lo Spirito, che ha guidato i nostri Santi e Sante lungo i secoli, guidi i lavori dell’Assemblea “Buenos Aires 2017”. La Assemblea è un momento di grazia per tutta la Famiglia Trini­taria. Siamo convocati per pregare e per sentirci in comunione durante questi speciali giorni di grazia. Tutto nelle mani della Vergine Maria del Buon Rimedio, Madre dell’intera Fa­miglia Trinitaria.

 

 

di Isidoro Murciego

L'ULTIMO NUMERO

RUBRICHE
SERVIZI

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, a scopi pubblicitari e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso Accetto