NESSUNO RESTI INDIFFERENTE

VITE TRINITARIE
Il  MESSAGGIO DEL MINISTRO GENERALE

Carissimi fratelli e sorelle, dopo grandi preparativi e speranze, abbiamo celebrato l’Assemblea Intertrinitaria di Buenos Aires dal 23 al 27 ottobre scorsi. Il tema dell’Assemblea, “Passione Rossa e Blu”, ha contribuito a dare nuova forza alla nostra vocazione come Trinitari e, chi ha potuto partecipare in questo contesto di Famiglia, è tornato a casa con rinnovato entusiasmo per testimoniare la nostra identità e carisma con maggior chiarezza e impegno. [...] Rendiamo grazie a Dio Trinità e alla Famiglia Trinitaria Argentina, per averci offerto una meravigliosa esperienza di ospitalità nella terra di Papa Francesco. [...]
Di fronte alla realtà di oggi, nessun trinitario può rimanere nella mediocrità o restare indifferente. Fedeli alla passione rossa e blu, siamo chiamati ad essere sempre più generosi e impegnati.
La croce trinitaria che portiamo sul petto, non è un ornamento o una decorazione. Come ci ricorda San Giovanni Battista della Concezione, nostro Riformatore, la croce trinitaria è un regalo del cielo per noi, suoi servi, figli della Santissima Trinità, per comprendere il Suo eccessivo amore che ci ha amato fino alla fine: “... li amò sino all’estremo” (Gv 13,1). Il braccio rosso della croce è la fiamma dell’amore di Dio per noi che rappresenta il sangue sgorgato dal costato aperto di Cristo. Il braccio orizzontale della croce, significa la sofferenza e la donazione infaticabile del nostro Redentore per la nostra salvezza che anche sta a significare l’acqua che scorreva con il sangue dal costato aperto di Cristo. Così, Gesù ha pagato il riscatto per la nostra salvezza con il dono totale del sacrificio della sua vita. Questo chiama il trinitario alla sua missione continua di offrirsi in riscatto per gli schiavi di oggi incondizionatamente. Inoltre, il genuino e fervente amore di Dio deve essere il nostro autentico motivo per vivere la consacrazione e la missione. [...]
Per vivere il nostro impegno fedelmente e per rispondere con passione all’umanità povera e sofferente, abbiamo bisogno di coltivare la nostra passione rossa e blu. Nessun interesse particolare deve essere di ostacolo nel cammino, né frenare il nostro impegno senza riserve per realizzare la missione che la Santa Trinità ci ha affidato. [...]
La passione rossa e blu ci ricorda che la vocazione trinitaria ci tiene sempre impegnati, non importa dove siamo e quale sia la nostra età e la condizione di salute. Rendiamo testimonianza del carisma che abbiamo ricevuto con orgoglio e continuiamo a ispirare e motivare gli altri con la nostra disponibilità a vivere generosamente e con passione fino all’ultimo respiro della nostra vita. [...] Nessuno è esentato dal donare sé stesso con passione per la causa del regno di Dio. Allo stesso modo, i nostri anziani del laicato trinitario sono anche una grande fonte d’ispirazione per la Famiglia Trinitaria. I giovani, i malati e gli anziani, sono tutti importanti e utili per costruire la nostra Famiglia e compiere la nostra missione congiunta.
[...] Inutile lamentarsi della mancanza di vocazioni senza vivere con gioia e impegno la propria. Lavoriamo insieme e testimoniamo per creare e promuovere una cultura della vocazione trinitaria. [...]
Ascoltiamo non solo con le nostre orecchie, ma anche con i nostri cuori e saremo in grado di percepire i segni della chiamata di Dio in coloro che sono aperti e generosi all’invito di Dio. Amiamo veramente il nostro Ordine, i vari Istituti e le Fraternità trinitarie.
Cerchiamo di avere occhi e cuori aperti per vedere e ascoltare il grido dei poveri e dei prigionieri di oggi, in seguito, sorgerà nei nostri cuori il desiderio di vivere pienamente la nostra vocazione e fare ogni sforzo per cercare e promuovere le vocazioni trinitarie per le sorelle contemplative, l’Ordine, gli Istituti trinitari e i nostri laici. Lavorare per le vocazioni non è un optional, è un nostro dovere e privilegio, perché abbiamo sposato la passione rossa e blu.

di Fr. Jose Narlaly
* Ministro Generale



L'ULTIMO NUMERO

RUBRICHE
SERVIZI

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, a scopi pubblicitari e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso Accetto