TRE DIACONI TRINITARI SERVI DELLA LIBERAZIONE

VITE TRINITARIE
AL SERVIZIO DELLA CHIESA

Sono passati ormai più di tre mesi dall’8 dicembre scorso, quando la comunità parrocchiale della SS.ma Trinità  al Corso Malta di Napoli ha vissuto un momento di grande festa perché, nel contesto celebrativo della solennità dell’Immacolata, ha partecipato all’Ordinazione diaconale di tre religiosi trinitari:  fra Giuseppe Lai Quoc Tuan e fra Giuseppe Vu Duy Phuong, provenienti dal Vietnam e Fra Ignacio Cernantes Vargas, proveniente dal Messico.
A presiedere l’Eucaristia con il rito di Ordinazione, mons. Gennaro Acampa, vescovo ausiliare di Napoli, coadiuvato dal cerimoniere don Mario. Erano presenti Padre José Narlaly, Ministro Generale, Padre Gino Buccarello, Ministro Provinciale con i suoi consiglieri e una quarantina tra religiosi trinitari e sacerdoti vietnamiti.
Il rito di consacrazione dei neo-diaconi, si è rivelato particolarmente emozionante.
Tutta l’assemblea parrocchiale, commossa, ha seguito le diverse fasi che hanno scandito il rito di ordinazione diaconale: l’invocazione dei Santi, l’imposizione delle mani, la solenne preghiera di ordinazione, la toccante ed emozionante azione della prostrazione a terra, la suggestiva vestizione con la stola e la dalmatica, la consegna dei Vangeli.
Il diacono, come ricorda la Costituzione dogmatica Lumen Gentium, può «amministrare solennemente il battesimo, conservare e distribuire l’eucaristia, assistere e benedire il matrimonio in nome della Chiesa, portare il viatico ai moribondi, leggere la Sacra Scrittura ai fedeli, istruire ed esortare il popolo, presiedere al culto e alla preghiera dei fedeli, amministrare i sacramentali, presiedere al rito funebre e alla sepoltura” (LG 29).
Essendo dedicati agli uffici di carità e di assistenza, i diaconi, a conferma del monito di San Policarpo, devono essere misericordiosi, attivi, camminare secondo la verità del Signore, il quale si è fatto servo di tutti.
Anche il Vescovo ordinante, durante la sua omelia, ha rivolto qualche raccomandazione ai nuovi diaconi:
“Cercate di vivere in pienezza il vostro diaconato, non considerandolo come un rito di passaggio in vista del presbiterato, ma come il Sacramento che v’impegna oggi in una specifica missione di servizio che vi accompagnerà per tutta la vita. Voi con l’ordinazione diaconale avete il compito di annunciare il Vangelo nella nostra complessa società. Cercate perciò di nutrirvi quotidianamente della Parola di Dio, di diffonderla nei gruppi, tra la gente, ma soprattutto di testimoniarla con la vostra vita.  Sull’esempio di San Giovanni de Matha, vostro Fondatore, non risparmiatevi nell’aiutare attivamente quanti oggi sono in difficoltà; in essi si nasconde lo stesso Gesù, che riterrà come fatto proprio a Lui ogni gesto di vera carità”.
La Parrocchia SS. Trinità al Corso Malta è grata alla Provincia Trinitaria Italiana, guidata dal Ministro Provinciale Padre Gino Buccarello, per essere stata scelta per l’ordinazione di tre nuovi diaconi. La cerimonia liturgica ha arricchito il cammino giubilare a cinquant’anni dalla dedicazione della chiesa parrocchiale. I parrocchiani hanno organizzato e partecipato alla funzione religiosa in maniera eccellente, regalando a tutti i presenti in chiesa, emozioni uniche e una testimonianza di comunione evangelica.
Ai tre nuovi diaconi l’augurio che la grazia del Sacramento dell’Ordine del diaconato, l’intercessione dei Santi Padri Giovanni, Giovanni Battista e Felice e soprattutto l’aiuto di Maria del Buon Rimedio, modello di vita ed avvocata presso il suo Figlio Gesù, nostro Salvatore li sostenga nell’esercizio del loro nuovo ministero.

di Padre Max Maherisoa

L'ULTIMO NUMERO

RUBRICHE
SERVIZI

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, a scopi pubblicitari e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso Accetto