Un solo Dio. Tre Persone... E quattro grandi urgenze

NEL NOME DELLA TRINITA'

Poche volte nella storia recente della Chiesa, un documento pon- tificio ha destato tanto interesse quanto  l’Esortazione  Apostolica

di Papa Francesco sulla evangelizza- zione nel mondo attuale, intitolata Evangelii Gaudium (d’ora in poi EG). Essa ha raccolto i frutti della rifles- sione del Sinodo dei Vescovi tenutosi durante il 2012 dal tema “La nuova evangelizzazione per la trasmissione della fede cristiana”.

È merito di Papa Francesco aver of- ferto ai cristiani un testo che si legge volentieri, che si capisce subito e so- prattutto, che prende spunto dalle reali circostanze nelle quali il cristiano di oggi si trova a credere e ad annuncia- re ciò in cui crede, presentando la via, indicando i problemi e offrendo spunti per superare le difficoltà, sempre con gli occhi fissi nell’annuncio del Vange- lo come scopo della Chiesa.

Celebrando la festa della Santissima Trinità, si segnalano quattro urgenze “trinitarie” indicate dal Santo

Padre nell’Esortazione. Esse  interessano  tutti  i  cristiani. Però dovrebbero rappresentare qualcosa di speciale per noi della Famiglia Trinitaria, e magari possono diventa re motivo di riflessione, di preghiera e di impegno nei prossimi mesi e nei prossi anni. Quattro  urgenze,  quattro  proposte, quattro preghiere, quattro impe-

gni. La festa della Santissima Trinità ci presenta in maniera molto chiara la volontà di Dio sulla sua Chiesa e su ciascuno di noi in questo tempo della nostra vita. Sono proposte per avere vita in abbondanza, per essere cri- stiani pieni di gioia, costruttori di un mondo migliore, secondo il disegno di Dio. Accogliamo con semplicità questo messaggio e cerchiamo di vi- verlo con generosità, certi che non ci mancherà il sostegno del Signore, da- tore di ogni bene. Buona festa della Santa Trinità!

LE URGENZE TRINITARIE DI PAPA FRANCESCO/1
UNA PREGHIERA PIÙ CONSAPEVOLMENTE TRINITARIA PER EVANGELIZZARE

Papa Francesco ci indica in modo speciale e particolare, la necessità della preghiera d’intercessione “come lievito nel seno della Trinità” (EG 283); egli ci incoraggia a pregare per gli altri, perché a tutti possa arrivare il Vangelo della salvezza, e lo fa assicurandoci che il cuore di Dio si commuove per l’interces- sione. Dunque, bisogna pregare la Trinità Santa, e occorre farlo bene, sia perso- nalmente che nella comunità, con tanta fiducia nel “potere” di convinzione che le nostre parole hanno davanti a Dio.

LE URGENZE TRINITARIE DI PAPA FRANCESCO/2
L’ANNUNCIO DEL VANGELO DEVE ESSERE SEMPRE UN ANNUNCIO TRINITARIO

Lo dice il Papa, chiaro e tondo, con parole semplici e forti: “Il kerygma deve oc- cupare il centro dell’evangelizzazione. Il kerygma è trinitario” (EG 164). Quindi, siamo chiamati a proclamare la nostra fede non in un Dio qualsiasi, ma in quel Dio che è Trinità. Perciò, la nostra esperienza del divino deve obbligatoriamente trovare radici nel fuoco dello Spirito che si dona a noi “e ci fa credere in Gesù Cristo, che con la sua morte e risurrezione ci rivela e ci comunica l’infinita mise- ricordia del Padre”

LE URGENZE TRINITARIE DI PAPA FRANCESCO/3
COMPASSIONE  TRINITARIA PER IL PROSSIMO: COMPRENDERE, ASSISTERE E PROMUOVERE

È la triade dei verbi usati da Francesco per concludere EG 178-179. Egli ci ricorda che “siamo stati creati a immagine della comunione divina, per cui non possiamo realizzarci né salvarci da soli”. Il cammino liberatore di Dio Trinità verso l’uomo è il cammino della Chiesa e di ogni cristiano, sapendo che nel Dio rivelato in Gesù Cristo e che agisce attraverso lo Spirito Santo, si trova la salvezza dell’uomo totale: questo è il nucleo di qualsiasi “programma sociale” che si possa dire ispirato al Vangelo.

LE URGENZE TRINITARIE DI PAPA FRANCESCO/4
LA CONVIVENZA DELLE DIVERSITÀ È ANCHE IMMAGINE DELLA TRINITÀ SANTA

Convivere con la “diversità” costituisce anche la grande sfida per la Chiesa del nostro tempo, chiamata a costruire la comunione tra diversi, così come avviene nel mistero trinitario di Dio. “La diversità culturale non minaccia l’unità della Chiesa” (EG 117). A questo scopo, il Santo Padre spiega: “È lo Spirito Santo, inviato dal Padre e dal Figlio, che trasforma i nostri cuori e ci rende capaci di entrare nella comunione perfetta della Santissima Trinità, dove ogni cosa trova la sua unità. Egli costruisce la comunione e l’armonia del Popolo di Dio”.

 Padre Pedro Aliaga Asensio
Vicario Generale Osst

L'ULTIMO NUMERO

RUBRICHE
SERVIZI

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, a scopi pubblicitari e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso Accetto