[Roma] San Crisogono. CROCIFISSO IN ATTESA DI COLLOCAZIONE

 

Nell’atmosfera gioiosa della Parroc­chia, oltre alle innumerevoli magni­ficenze della basilica di San Crisogo­no, compare un elemento artistico di incommensurabile bellezza: il mae­stoso crocifisso ligneo.

Il crocifisso delle Orie è stato com­missionato agli artisti Gabriele Vi­sconti e Milos architetto Ippoliti. Si tratta di una imitazione del crocifisso in terracotta di un autore ignoto, pre­sente nel complesso di Santa France­sca Romana in Trastevere.

Sono state utilizzate metodologie antiche ed esclusivamente strumenti tradizionali, quali sgorbie, mazzoli e pialle. La sensazione più bella che regala quest’opera è che alla vista dei chiodi, della corona di spine, di Gesù in croce non si prova nessuna tristez­za, ma trionfa la serenità, la vita, la re­surrezione.

In attesa della sua collocazione è stato posto sulla parete laterale, in vicinanza della porta secondaria del­la basilica. Il Cristo delle Orie andrà a far parte di un’opera monumentale denominata “le tre Madri”.

Sarà collocato su di un poggio in località Configno di Amatrice: Gesù al centro e i due ladroni ai lati, ai piedi delle croci verranno poste tre sculture in pietra raffiguranti le tre madri. Ol­tre alla Madre di Gesù, anche le madri dei due ladroni. Intanto gli artisti Ga­briele e Milos hanno iniziato a piallare i nuovi legni, per la realizzazione dei due ladroni, ispirandosi ai tratti so­matici di due simpaticissimi parroc­chiani.

di Concetta Picone

L'ULTIMO NUMERO

RUBRICHE
SERVIZI

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, a scopi pubblicitari e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso Accetto